News
Serie B. Prova di carattere con rammarico.
12/01/2020

Volley, La Damiano Spina Oria, inizia bene il 2020, battuto il volare Benevento 3-2

 

Inizia bene il 2020 della Damiano Spina Volley Oria; nella terzultima giornata del girone d’andata del campionato nazionale di Serie B2 Girone H, le ragazze guidate da Coach Cosimo Macelletti hanno battuto al quinto set, la Contrader Volare Benevento nona in classifica. La prima del nuovo anno al PalaOria, non è stata affatto semplice.

Solito sestetto titolare per le tigri gialloblù, Lucrezia Saccani guida la difesa e Gabriella Mercanti il palleggio.

 Il compito di fare male alle avversarie, spetta come sempre a Alessandra Piccione, Antonella De Franco, Benedetta Bruno e Roberta Liguori, eppure la Damiano Spina non parte affatto bene, dopo le tre settimane di sosta, perché è 3-8 per le ospiti in avvio. Il Benevento domina mantenendo addirittura quattro punti di vantaggio fino all’8-12. 

Successivamente le oritane cominciano ad entrare mentalmente in campo, conquistando un parziale favorevole di 3-0, che le riporta ad un solo punto dalle avversarie 11-12; da segnalare i soliti punti in palleggio di capitan Mercanti. Il Benevento a metà set, prende di nuovo il largo sul 12-15; Stupendo attacco in elevazione di Liguori, dopo una buona ricezione di Saccani, sulla battuta avversaria. Sul 14-16, punto abbastanza contestato che fa infuriare l’allenatore ospite, che viene ammonito. 

Dopo l’iniziale vantaggio, del Volare Benevento la parte finale del primo parziale, diventa equilibrata e spettacolare. Alessandra Piccione pareggia il set, con l’attacco del 16-16. Le oritane non riescono però ad andare in vantaggio, dopo aver completato la rimonta, trovandosi sotto per 17-19. Le tigri gialloblù, però pareggiano, altro spettacolare punto di Liguori. Sul 19-19 arriva addirittura il cartellino rosso, per il tecnico delle Campane, che vale il 20-19, per le oritane, come da regolamento. Le tigri gialloblù, allungano e l’attacco vincente di Benedetta Bruno, vale tre punti di vantaggio sul 23-20. Le oritane sono efficaci anche con la battuta vincente, è così che si procurano il primo di quattro set point, e chiudono alla prima occasione utile sul 25-20.

Ad inizio secondo parziale, padrone di casa avanti, per 8-7; Le ragazze di mister Macelletti mantengono i due punti di vantaggio, ma fino all’ 11-9. Dall’11-11, brutto passaggio a vuoto delle Brindisine che perdono il comando del set, dovendo recuperare tre punti (12-15), senza riuscire a recuperare anche se l’impegno non manca. Anche le beneventane fanno male con gli attacchi centrali e il muro oritano non riesce sempre a contrastarle. Le campane sfruttano a dovere il “Vecchio” cambio palla e sul 16-20, sembra proprio che ci sia poco da fare, e il Benevento pareggia il conto set, vincendo il parziale per 19-25.

Inizia non bene anche il terzo parziale (7-8) ma nei primi scambi lo svantaggio è poco indicativo. Lo è invece il carattere delle oritane che piazzano un parziale di 4-0 alle avversarie, allungando sul + 3, (11-8). Il Benevento però, colma il gap, la Damiano Spina è come sempre è efficace in attacco con centrali e opposte, ma non riesce a mantenere più di due punti di vantaggio in questo set. Sul 14-13, ancora attacco vincente di grande classe di Liguori, ma Alessandra Piccione con la sua  esperienza non è da meno. Da quel  momento le oritane allungano sul 19-14, mantengono il vantaggio negli scambi successivi e tornano in vantaggio, vincendo il terzo parziale per 25-19, set dominato da Mercanti e compagne dal 14-13 in poi.

Il confortante avvio di quarto parziale (11-8) sembra far prevedere una vittoria importante e senza sofferenze, ma dal 15-10 con punti anche da Chiara Giancane per le oritane, inizia il set “Horror” un calo di tensione imperdonabile con le campane che giocano come se non ci fosse un domani. Le oritane subiscono un break negativo di 0-6, che porta le ospiti avanti 15-16, da 15-10 sotto! Non è finita altro parziale di 4-0 per le campane ed è 16-20. Alla volare Benevento riesce praticamente tutto, fast e attacchi vincenti con opposte e qualche muro.

La Damiano Spina sembra essere sparita dal campo, sembra di vedere Oria – Manoppello del novembre 2019. Il muro oritano non riesce a contrastare le beneventane. Le oritane provano a risalire, ma si va al tie break, finisce 22-25.

Per la seconda volta in questa stagione le tigri gialloblù, si ritrovano ad andare al 5°set e ancora in casa. Essendo un set a 15 punti, l’avvio è da incubo, subito 1-4 per le ospiti! La riscossa sembra non essersi, ma per le Tigri gialloblù è arrivato davvero il momento di tirare fuori le unghie e così avviene. Inizia capitan Mercanti, al termine di uno scambio complicato. Sul 7-7, le padrone di casa trascinate dal loro pubblico, vanno in vantaggio per non lasciarlo più, break positivo di 8-2 con punti in battuta devastanti, di Liguori, che regala loro set e partita sul 15-9; Ancora un punto lasciato per strada in casa in questo campionato, ma c’è ancora forza d’organico e carattere, e una difesa impeccabile di Saccani, nei momenti decisivi, ma ora sotto con i due derby pugliesi da Brividi, contro Mesagne e Noci, che sono al secondo e al quarto posto in classifica.

Ufficio Stampa Damiano Spina Oria