News
Sconfitta con lati positivi.
23/11/2019

Volley, La Damiano Spina Oria, battuta 3-0 dal Castellamare

Primo ko stagionale in trasferta, per la Damiano Spina Oria, impegnata nel campionato nazionale di serie B2 femminile girone I; le tigri gialloblù, allenate dal nuovo allenatore Cosimo Maceletti, che in settimana è subentrato al dimissionario Elio Quarta,  sono state battute dalla Link Campus Castellammare, seconda in classifica per 3-0; le campane hanno riscattato la bruttissima prova esterna contro l’attuale capolista del Girone, il Mesagne, altra formazione brindisina. Avvio di partita equilibrato anche se, le padrone di casa, tengono il “pallino del gioco”. Le oritane avevano iniziato male, con un pesante 4-1 iniziale, nel parziale d’apertura, poi ricucito, trasformatosi in 7-2, ma la difesa oritana prende coraggio e misure, l’attacco poi fa il suo, piazzando un break favorevole di 5-3. 10-7, e tre punti di distacco in avvio di partita non sono un margine così netto. Coach Macelletti  si è affidato al sestetto solito, ha anche recuperato Elisa Premoli, non al meglio, ma per il prossimo turno, dovrebbe essere a disposizione. Gabriella Mercanti, come al solito in palleggio,  Benedetta Bruno opposta  In zona centrale, Antonella De Franco, Alessandra Piccione e Roberta Liguori le due ali.

Le Stabiesi allungano decisamente vincendo i tre scambi successivi, 13-7; a metà set, le tigri gialloblù, sono sotto 15-10. Con qualche errore avversario, specie in battuta, le Tigri gialloblù restano in corsa, nel set, ma non riescono ad essere più concrete, anche e soprattutto per merito avversario. I punti di distacco, restano cinque, sul 17-12. Gravi sbavature delle campane in ricezione fanno tornare sotto le oritane, che nella zona centrale, sfruttano le disattenzioni delle stabiesi. Se il Castellamare ha una grave lacuna, è proprio la ricezione, forse non sfruttata maggiormente dalle ragazze di coach Macelletti, 18-16 e tutto fa pensare che le tigri gialloblù, possano rimanere in corsa nel parziale, ma un devastante break di 7-3, fa chiudere il set, al Castellammare sul 25-19. 

Le campane passano con troppa facilità nella zona centrale, e il muro oritano è mancato nei momenti decisivi, specie quando il set, era ancora a portata di mano. 

L’approccio al secondo set, delle tigri gialloblù, è più positivo è punto a punto nei primi scambi. Il Castellamare non riesce mai ad allungare, per lo meno nella prima parte, fino all’11-10. Le oritane incassano un break di 0-4 negli scambi successivi. L’attuale seconda in classifica, fugge sul 15-10. Anche le campane, fanno male, con gli attacchi al centro, e a muro, sono più reattive quanto basta rispetto alle oritane, che però rosicchiano punti, fino a portarsi sotto sul 17-15, costringendo l’allenatore padrone di casa a chiedere il time – Out. Capitan Mercanti, in palleggio mette opposte e centrali soprattutto Piccione, in condizioni di attaccare con facilità. I punti di svantaggio restano due, anche sul 19-18, il set resta in bilico fino al 22-20, ma la Damiano Spina, non ha continuità offensiva e cede 25-21, anche il secondo parziale.

Nel terzo set, parte male La Damiano Spina Oria, è subito 5-1, per le campane, ma Liguori, De Franco e compagne, non ci stanno a perdere senza combattere e pareggiano sul 6-6, andando anche in vantaggio nello scambio successivo. La piccola rimonta è merito tutto il sestetto. A questa squadra il carattere non è mai mancato nemmeno nelle serate no, da quando milita con costanza in B2. Ormai un punto in classifica è andato, e con il doppio svantaggio, nel conto set, le tigri gialloblù, non hanno più nulla da perdere. Fino a metà set, le due squadre si ricorrono fino a metà set, ma le oritane non riescono ad avere più di un punto di vantaggio, 14-15; Le campane vogliono chiudere e sul 19-17, il crollo della Damiano Spina, che si ritrova sotto di sei punti, 23-17, il carattere le tiene in corsa, rosicchiando quattro dei sei punti di svantaggio, 23-21, ma cedono set e partita ancora sul 25-21. 

Alla quarta trasferta stagionale, le oritane conoscono il primo stop esterno. C’è da lavorare per coach Cosimo Macelletti, perché domenica prossima al palaOria, arriva il Nola, altra formazione napoletana.

Ufficio Stampa Damiano Spina Volley Oria